Offerta Formativa


CORSO DI LAUREA DI 1°LIVELLO IN PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, URBANISTICA E AMBIENTALE

Anno Accademico 2009/10

Istituito per la prima volta nella forma attuale nell'A.A. 2001/02

ARCHITETTURA II

Struttura organizzativa della Facolta

Struttura organizzativa del Corso di Laurea

Naviga nel Sito del corso di studio


Sede: TORINO

Classe di laurea n° 7: URBANISTICA E SCIENZE DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE E AMBIENTALE

Referente del corsox:
SACCOMANI SILVIA
silvia.saccomani@polito.it
011/5647473


Corso tenuto in Italiano


_______________________________________________________________________________

Durata e sede

Durata: 3 anni
Sede: Torino - Castello del Valentino - Viale Mattioli 39

Profilo della professione

Il laureato in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale è un tecnico del territorio con una preparazione pluridisciplinare che gli consente di occuparsi di tutte le attività e gli strumenti attraverso i quali viene definita e gestita l¿organizzazione di un territorio o di una città, e attraverso i quali si orienta l¿uso delle risorse dell¿ambiente e del paesaggio verso gli obiettivi che la collettività si è data.
Si tratta di attività di analisi delle realtà territoriali, di collaborazione alla progettazione dei piani alle diverse scale (Piani Territoriali Regionali, Piani Territoriali Provinciali, Piani Paesistici, Piani Regolatori Comunali), di valutazione degli effetti ambientali che le scelte compiute dai piani determinano, di collaborazione alla realizzazione di programmi di intervento, di assunzione di responsabilità nei procedimenti tecnico-amministrativi.
Aspetti qualificanti
Tutte le grandi città soffrono oggi di gravi problemi (traffico, inquinamento, degrado di alcune zone, ...); il territorio italiano è periodicamente danneggiato da disastri ambientali; in ambito europeo, e non solo, si pone la necessità evitare ulteriori consumi di suolo, soprattutto agricolo, di salvaguardare le risorse ambientali e del paesaggio, di sanare le disuguaglianze fra coloro che abitano in parti diverse della città o del territorio.
Questi sono i problemi che la pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale deve affrontare dal punto di vista tecnico con interventi che, per essere efficaci, devono saper coinvolgere tutti coloro che da questi problemi sono toccati.
Per questo servono tecnici con una visione generale dei problemi, con un¿apertura verso la dimensione internazionale e soprattutto europea e con una adeguata formazione pluridisciplinare.
Possibilità di lavoro
Il laureato che ha seguito questo corso di studi può svolgere la sua attività in enti istituzionali (Comuni, Province, Regioni, Comunità Montane,¿), società o studi professionali che operano nel campo della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica, ambientale. Può anche svolgere attività autonoma come libero professionista: è previsto infatti un settore dell¿albo professionale dell¿Ordine degli architetti (sezione B) al quale il laureato, dopo aver sostenuto l¿esame di stato, può iscriversi con il titolo di pianificatore junior.
L¿inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in questo corso di laurea è facilitato sia dalla preparazione fortemente pluridisciplinare, sia dalla capacità di lavorare in gruppo, acquisita nei laboratori.

Percorso formativo

Gli insegnamenti
Il percorso formativo fornisce sia una formazione culturale e tecnica sufficiente per proseguire gli studi nel corso di laurea specialistica, sia la preparazione di base e l'acquisizione delle abilità tecniche e professionali che consentono al laureato di operare nel territorio. Infatti propone, accanto alla conoscenza dei processi che interessano il territorio e degli strumenti per governarli, esperienze concrete che pongono l¿accento sul saper fare.
A questo scopo la didattica è organizzata secondo due modalità: corsi sistematici e laboratori. Laboratorio non indica qui l¿uso di specifiche attrezzature, ma attività di analisi, rappresentazione e progettazione relative a situazioni reali, e alle quali partecipano docenti di discipline diverse. Questo carattere interdisciplinare dei laboratori abitua lo studente a collaborare con tecnici che hanno formazione e linguaggi diversi.
Il laboratorio del primo anno riguarda l¿analisi e la rappresentazione dei fenomeni territoriali ed è accompagnato da corsi di storia, cartografia, economia, sociologia, ecologia, urbanistica, oltre che da insegnamenti di base di matematica, informatica e statistica.
I due laboratori del secondo anno riguardano la pianificazione territoriale e la progettazione urbanistica e sono accompagnati da contributi e corsi di statistica, storia, sistemi informativi territoriali, trasporti, paesaggio, diritto amministrativo, idrogeologia, impianti tecnici.
Il laboratorio del terzo anno riguarda la progettazione e il montaggio di programmi complessi di intervento ed è accompagnato da corsi e contributi di valutazione ambientale, valutazione economica, metodi di salvaguardia dall¿inquinamento e dal degrado ambientale.
Particolare attenzione viene rivolta anche al contesto internazionale con un corso in diritto ambientale internazionale e con corsi che riguardano le politiche territoriali europee.
I laboratori
Sono previste attività presso i laboratori di informatica in tutti e tre gli anni: attività per acquisire una conoscenza sull¿informatica di base, attività per imparare a usare i programmi per i sistemi informativi territoriali, per la statistica, per il disegno assistito, per le valutazioni economico-finanziarie.

Caratteristiche della prova finale

Per il conseguimento della laurea l¿esame finale consiste nella discussione pubblica di una relazione scritta o di una tesi. Per il conseguimento della laurea specialistica l¿esame finale consiste nella discussione pubblica di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. In ogni caso la valutazione del candidato avviene integrando le risultanze dell¿intera carriera scolastica con il giudizio sull¿esame finale.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il Manifesto degli Studi.

Proseguimento su Laurea specialistica

Con la laurea in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale si può accedere senza debiti formativi al corso di laurea specialistica in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale..
Corso di laurea specialistica in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale
La laurea specialistica in Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale approfondisce i temi affrontati durante il primo livello, accentuandone però gli aspetti progettuali. I laureati possono trovare impiego negli stessi ambiti dei laureati di primo livello, ma la loro formazione li mette in grado di assumere il ruolo di progettisti completi e coordinatori di équipe progettuali. In particolare il corso di laurea specialistica intende formare figure professionali esperte nella produzione di piani territoriali e ambientali, paesaggistici, urbanistici e strategici, e nella progettazione, montaggio, attuazione e gestione di programmi e progetti complessi di riqualificazione urbana e territoriale.

FAQ

Posso iscrivermi a un albo professionale? Sì, dopo aver superato l¿esame di stato per l¿esercizio della professione ci si può iscrivere all¿albo professionale dell¿Ordine degli architetti, sezione B, settore Pianificazione, con il titolo di pianificatore junior. Per iscriversi alla sezione A bisogna avere la laurea specialistica e aver superato l¿esame di stato di secondo livello.
Quali elaborati posso "firmare"? Secondo il decreto che ha recentemente riorganizzato l¿Ordine degli architetti, il pianificatore junior può svolgere le seguenti attività:

  • concorso e collaborazione all¿attività di pianificazione. Può quindi collaborare alla redazione di un piano regolatore, territoriale o paesaggistico, ma non firmarlo (compito questo del laureato specialista), ossia non può assumere il ruolo di coordinatore di équipe progettuali;
  • costruzione e gestione di sistemi informativi per l¿analisi e la gestione del territorio;
  • analisi, monitoraggio e valutazione territoriale ed ambientale;
  • procedure di gestione e valutazione di atti di pianificazione territoriale e relativi programmi complessi.

Il pianificatore junior non può invece firmare il progetto di un edificio.
Una volta laureato, posso iscrivermi a un corso di laurea specialistica di un¿altra classe delle lauree, ad esempio al corso in Architettura per il progetto? Sì. La condizione per iscriversi a un corso di laurea specialistica è possedere una laurea: ovviamente ci sarà un debito formativo da colmare, che sarà maggiore o minore secondo la maggiore o la minore affinità con il corso di laurea frequentato.